Smartsock Project

Smartsock Project, nasce per monitorare la malattia venosa cronica: i passi compiuti in un giorno e le calorie bruciate, rilevazione del battito cardiaco, pressione arteriosa min/max, temperatura e circonferenza dell’arto, misurazione della saturazione d’ossigeno trans-cutanea ecc.

Il progetto prevede la realizzazione di un trial capace di gestire almeno 1000 pazientiPeriodo di Customizzazione: reclutamento e addestramento dei pazienti; personalizzazione e taratura dei sensori, addestramento del sistema all’auto-apprendimento, all’analisi dei dati; al supporto di predizione clinica (DSS medico) ed alle decisioni prognostiche e diagnostiche (motore predittivo).

  • FASE DI STUDIO E COSTRUZIONE DEL PROTOTIPO– sensorizedstocking: sensori wearable standard (biomarcatori digitali) 3 mesi. Il sensore è contenuto all’interno della struttura di una calza elastica, le informazioni registrate vengono visualizzate direttamente (ed esclusivamente) su smartphone o tablet.

Il sensore si sincronizza in maniera wireless tramite Bluetooth con uno Smartphone o un tablet, mediante un’apposita app (IoS o Android). I dati registrati da smartsock sono disponibili al centro servizi e al medico il quale potrà valutare i vari parametri misurati e ottenere delle statistiche sui movimenti quotidiani del paziente in modo da visualizzarne l’andamento nel tempo.

Il progetto utilizza la Piattaforma Technoscience «sensorysuite-2020».

E’ la somma di alcune componenti di base, che abbiamo chiamato “building block”, capace di operare come i mattoncini Lego, realizzando servizi che possano essere utilizzati, e richiamati da vari applicativi di un sistema estendibile perfettamente integrato, in grado di comprendere futuri moduli e modalità di interfacciamento, sviluppati con linguaggi di programmazione e tecnologie eterogenee, senza dover essere ripensato.

  • FASE PROGETTUALE: Nella seconda fase i sensori saranno contenti nel tessuto della calza mediante circuiti tessili (in fase di studio). Grazie alla ricostruzione tridimensionale dell’arto, mediante l’utilizzo del body scan, la calza sarà personalizzata a seconda delle caratteristiche anatomiche, del tipo di problematiche cliniche ed emodinamiche anche associate (disturbi posturali, diabete, arteriopatia ecc.).

Stiamo testando in tal senso i seguenti sensori:

1 – Sensori di Pressione che misurano la postura, l’equilibrio e la distribuzione del peso corporeo (ATTIVO)

I dispositivi indossabili sono destinati a diventare i nostri migliori compagni di vita: basta solo trasformarli da semplici oggetti connessi in Rete in veri e propri strumenti personalizzabili per il monitoraggio della salute e dell’attività fisica.

2 – Elettromiografia di superficie – SemggForce 100 Armband  (ATTIVO)

E’ un dispositivo di interfaccia umana indossabile intelligente per il riconoscimento dei gesti.

Riconosce i gesti in base ai segnali sEMG e calcola idati di orientamento ricavati dal suo IMU integrato a 6 assi e magnetometro a tre assi.

3 – Fascetta per telemonitoraggio EEG (ATTIVO)

Muse 2 è un dispositivo multi-sensore che fornisce feedback in tempo reale sull’attività cerebrale, sulla frequenza cardiaca, sulla respirazione e sui movimenti del corpo.

4 – TUTA SENSORIALE – sensori di movimento – inerziali (ATTIVO)

PerceptionNeuron offre una nuova piattaforma accessibile a centri di ricerca, aprendo anche infinite possibilità di sperimentazione e sviluppo nel regno della realtà virtuale e dell’IoT.

Di seguito, alcuni momenti della sperimentazione della registrazione simultanea dei vari tipi di sensori: I «wearable» standard misurano parametri biometrici, come: battito cardiaco, calorie bruciate, ritmo respiratorio, pressione, ecc.

I nuovi «wearable» (IMU- InertialMeasurement Unit) misurano parametri cinematici, come: Accelerazioni, rotazioni, velocit ecc., Sensori di Pressione (Pedana Ultrasensor 3D), Elettromiografia (EEM) di Superficie. Gli «IMU» associati alla Realtà Virtuale consentono una verifica assistita (auto/remota) ed in tempo reale dell’attività motoria e della postura

Sono in arrivo, da implementare in piattaforma:

  1. Sensori per Analisi ECG a 12 derivazioni e Telemonitoraggio.
  2. Sensori di temperatura.
  3. BIOSENSORI in grado di monitorare i valori glicemici ed alcuni fattori della coagulazione come D-dimero e INR ed altri
  4. SENSORI DI ESTERSIONE E VOLUMETRICI, ci offrono dati ergonomici e telemetrici, in grado di valutare la deformazione volumetrica dell’arto.

COSA ABBIAMO FATTO

Monitorare la malattia venosa cronica

AMBITO

Monitoraggio / Sensori /
Virtual Human Simulator

Contattaci

Inviarci un'e-mail e ti risponderemo al più presto.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca